Corbelli lancia messaggio di speranza: “virus non si diffonderà in Calabria come nel Nord”

“Massima attenzione ma non allarmismi ingiustificati. Fiducia e speranza, Calabria in assoluto una delle regioni del Sud, insieme alla Basilicata e al Molise, meno contagiata”

 

COSENZA – Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, invita tutti al “senso di responsabilità, a rispettare rigorosamente tutte le indicazioni date dal Governo, a non abbassare la guardia e rimanere a casa, per fronteggiare l’emergenza coronavirus, evitando però allarmismi ingiustificati, dicendo la verità e non sottacendo un dato importante e oggettivo, ovvero che il Sud Italia, sino ad oggi di fatto è stato fortunatamente risparmiato, con la Calabria in assoluto una delle regioni del Sud, insieme alla Basilicata e al Molise, meno contagiata dell’intero Paese, con pochissimi casi, solo una quarantina e con già i primi guariti.


Il fatto – continua – che deve dare fiducia e speranza è nei numeri registrati sino ad oggi e resi noti, come ogni giorno, ieri sera dalla Protezione Civile nazionale. I dati di ieri. Contagiati in Italia: 15.113. Contagiati in Calabria: sono solo una quarantina! Ma a supporto di questa tesi ci sono anche due interventi di autorevoli scienziati, il prof. Robert Gallo, scopritore del virus dell’Aids, e il presidente dell’Iss, prof. Silvio Brusaferro, che hanno sostenuto, il primo, che non è certo che il coronavirus si diffonda anche al Sud e, il secondo, che, al Sud il contagio si può limitare”.

  •  
  • 649
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *